Austria, di nuovo in piena quarantena per resistere alla nuova ondata

0
123

L’Austria diventerà il primo paese dell’Europa occidentale a ripristinare la completa quarantena del coronavirus nel tardo autunno per curare la nuova ondata di infezioni e richiederà a tutti i residenti di essere vaccinati entro febbraio. Quasi 2/3 della popolazione austriaca è completamente vaccinata contro il Covid-19, che è uno dei tassi più bassi dell’Europa occidentale.

Le infezioni nel Paese sono tra le più alte del continente, con un tasso di incidenza a 7 giorni pari a 991 ogni 100.000 abitanti. L’Austria ha introdotto una quarantena per tutti coloro che non sono stati vaccinati lunedì, eppure da allora le infezioni hanno continuato a salire a livelli record. Le due aree più colpite, Salisburgo e Alta Austria, hanno annunciato questa settimana che applicheranno le loro quarantene, aumentando la pressione sul governo affinché faccia lo stesso a livello nazionale. “Non siamo riusciti a convincere abbastanza persone a farsi vaccinare”, ha detto il cancelliere Alexander Schallenberg, aggiungendo che la quarantena inizierà lunedì. “Ci rammarichiamo che tali misure debbano continuare ad essere adottate”, ha affermato.

Con il freddo che arriva in Europa con l’avvicinarsi dell’inverno, i governi sono stati costretti a considerare il ripristino di misure impopolari di quarantena. I Paesi Bassi hanno applicato una quarantena parziale, con bar e ristoranti che chiudono dopo le 20:00.